+39 3496337323 - tania.imperi@taniaimperi.it

Siamo costantemente bombardati da messaggi e post che ci indicano come raggiungere i nostri obiettivi, che ci suggeriscono mille strade per la felicità, per il successo, per la realizzazione dei nostri desideri.
Siamo, al contempo, lasciati soli, nella confusione che solo il buio può dare, quando invece di sapere come raggiungere i nostri obiettivi, vorremmo solo riuscire a capire quali sono questi nostri obiettivi.
 
Perché in quei momenti non possiamo conoscerli.
In quei momenti non conosciamo e non riconosciamo nemmeno noi stessi.
In quei momenti non cerchiamo la felicità ma solo la fuga dal dolore.
In quei momenti non sappiamo cos’è il successo perché ci sentiamo falliti.
In quei momenti l’unico desiderio che vorremmo realizzare è non essere in quel buio, non vivere quel momento.
 
Quando siamo così a terra da non vedere nulla, così confusi da non sapere nemmeno più chi siamo, qualsiasi cosa ci venga detta o suggerita  non ha senso per noi, non possiamo percepirla o coglierla nella sua essenza.
Siamo solo chiusi nel nostro dolore.
 
Il dolore va vissuto, le emozioni vanno provate, ma un conto è vivere il dolore, un conto è rimanere nel dolore più del tempo necessario ad elaborarlo.
 
Cosa fare quando stiamo così?
 
CINQUE AZIONI PER RITROVARE LA STRADA DI CASA
 
1) Fermati e respira
Respira profondamente e inizia a sentire il tuo corpo, ogni parte del tuo corpo, mentre inspiri ed espiri lentamente e profondamente. Riprendi contatto con il terreno, la sedia, il divano, il letto ove sei: riprendi contatto con la realtà delle cose.
 
2) Vivi le tue emozioni
Le emozioni sono energia in movimento. Non trattenere le emozioni che hai, qualsiasi esse siano. Le emozioni sono dannose solo se le teniamo dentro di noi. Esprimile fisicamente e  verbalmente, rilasciale, e quindi lasciale andare. 
 
3) Guardati negli occhi
Gli occhi sono lo specchio della nostra parte più profonda, quella che in quei momenti abbiamo più difficoltà a contattare, quella che ha tutte e risposte e insieme tutte le domande. Guardati negli occhi, allo specchio, di a te stesso che ti vuoi bene, che ci sei per te stesso, che andrà tutto bene e aggiungi tutte le cose che avresti bisogno di sentirti dire in quel momento.
 
4) Ascolta il tuo corpo
I nostri sintomi fisici sono messaggi specifici che il corpo ci invia e rappresentano emozioni o pensieri che ci bloccano verso il nostro benessere. Sviluppa la capacità di ascoltare i messaggi del tuo corpo: in questo modo potrai rispondere a quelle domande della tua mente che la mente non vuole sentire o che distorce.
 
5) Perdona
Quando siamo bloccati in una situazione, in un’emozione, in un pensiero fisso, significa che probabilmente c’è qualcosa che non abbiamo perdonato, che non riusciamo a perdonare, che non vogliamo perdonare. Inizia a vedere il perdono come uno strumento per liberare te stesso dalle catene che ti tengono imprigionato al passato, impara ad esercitare il perdono come un dono a te stesso per evolvere con il flusso della vita. Il perdono è la lezione più difficile e più importante che siamo tenuti ad imparare.
 
 
Ti interessa approfondire questo argomento?
Vuoi sperimentare questi ed altri passi per ritrovare la strada di casa?
Vuoi dedicare a te stesso il tempo necessario per imparare a prenderti cura di te?
 
Puoi:
-partecipare al Seminario Intensivo 2 giorni Heal your Life® 
-partecipare al Percorso Louise Hay 10 Settimane “Ama te Stesso, Guarisci la tua Vita”
-prenotare un incontro gratuito di counseling individuale per strutturare un percorso personalizzato in base alle tue specifiche esigenze.
 
Contattami per maggiori informazioni:
 
+393496337323
tania.imperi@gmail.com
www.taniaimperi.it
 
Con amore,
Tania
 

 
 

Commenti


    Commenta!


Commenta qui se non hai Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Top
Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.